Maria Assunta
Scrivici

info@ilbarattoloecotronei

A vele spiegate

“A vele spiegate” verso il futuro anche se hai novant’anni…

È senz’altro questo l’insegnamento maggiore che abbiamo tratto dalla presentazione del libro di Franco Marini. Franco Marini è ammiraglio. Franco è un uomo che ha girato il mondo, che si è dato l’opportunità di conoscere la vita in tutte le sue sfaccettature.

Fortuna o tedio?

Senza dubbio, infinita possibilità di ricerca, di qualsiasi natura.

Ma la sua anima si sofferma sulla delicatezza delle relazioni, sulla loro importanza. Franco ha girato il mondo, ma il suo cuore ha avuto un unico fulcro, sua moglie ed i suoi figli. E quando gli chiedo come ha fatto ad equilibrare la sua vita in mare con la stabilità che una famiglia pretende, mi guarda, sorride ed i suoi occhi si riempiono di gioia: “È come un segreto, ma non ho una ricetta e non l’ho mai avuta, forse l’hanno elaborata tutti loro dietro a me”. Da questo capiamo il grande amore della sua famiglia per questo uomo che è stato capace di attrarlo e produrlo nello stesso tempo.

Le mille avventure ed i tanti aneddoti, le amicizie, i posti visitati, le persone incontrate, i destini incrociati, le rotte da seguire… di tutto ci parla Franco senza alcuna velleità letteraria…

“Voglio che resti una traccia” – è la sua speranza.

E con l’animo ricolmo di gratitudine per la nostra socia, sua figlia Vanna, che oggi gli ha regalato la possibilità di raccontarsi, Franco si mette in cammino sulle tracce dei suoi ricordi e ci fa vivere momenti di ilarità, situazioni di nostalgia e attimi di riflessione. Riflessioni sull’uomo. Sulla natura contraddittoria di questo essere che per cercare dentro di sé deve stare fuori di sé e per arrivare al centro dei suoi pensieri deve esplorare quelli degli altri. Di questo animale che annaspa alla ricerca di una semplicità che è disarmante. Perché quella semplicità oggi è negli occhi di un uomo non al capolinea, ma al capofila di una breccia, che si apre nell’eternità dell’esistenza.